L’Arco di Settimio Severo

 

NOME: Arco di Settimio Severo. Panoramica lato dal Campidoglio

NOME: Arco di Settimio Severo. Visione di una delle basi delle colonne posta dalla parte del Campidoglio.
DESCRIZIONE: Raffigurazione di soldati romani con prigionieri 
Parti.

NOME: Iscrizione posta sui due lati dell’attico dell’arco di Settimio Severo. 
DESCRIZIONE E STORIA: In origine nella quarta riga vi era un’iscrizione dedicata a Geta “P[ublio].Septimio Getae nobilissimo Caesari” ricavabile dagli altri fori presenti nel marmo che non coincidono con quelli successivi. La riga in questione dopo l’uccisione di Geta (212 d.C.) da parte del fratello (Caracalla) venne cancellata  e sostituita dalla seguente: OPTMIS FORTISSIMISQUE PRINCIPIBUS.
TRADUZIONE: “Il Senato e il Popolo Romano dedicano [questo arco] all’imperatore Cesare Lucio Settimio Severo, figlio di Marco Pio, Pertinace, Augusto, padre della patria, Partico, Adiabenico, Pontefice Massimo, ricopri’ la potesta tribunizia per undici volte, acclamato imperatore per undici volte, console per la terza volta, proconsole; e all’imperatore Cesare Marco Aurelio Antonino [Caracalla], figlio di Lucio, Augusto, Pio Felice,ricopri’ la potesta’ tribunizia per sei volte, console, proconsole, padre della patria, ottimi e fortissimi principi, per aver salvato lo stato e ampliato il dominio del popolo romano e per le loro insigni virtu’, in patria e all’estero testi in COARELLI, cit.
Precedente Il tempio della Concordia Successivo Ponte Mammolo Casal dei Pazzi e Podere Rosa