Tavole cronologiche (prima parte)

STORIA ROMANA I-A (1500-1 a.C.)

1500-1000 a.C. Civilta’ Appenninica (antenati degli Italici). Residui della loro ceramica trovati nel Foro Boario. Fu una civiltà di pastori nomadi che si spinse nel Lazio, Campania e Puglia. 1000 ca. Inizia eta’ del ferro e si diffonde la civilta’ villanoviana nel Lazio. I primi colli abitati furono il Palatino, l’Esquilino e il Quirinale.

NONO SECOLO (900-801 a.C.)

850 ca. Presenza di capanne villanoviane sul Palatino.
814. Fondazione di Cartagine, secondo la tradizione di Timeo.

OTTAVO SECOLO (800-701 a.C.)

753. FONDAZIONE DI ROMA (21 Apr.), secondo la tradizione di Varrone. Leggende relative alla fondazione: Enea; i gemelli Romolo e Remo.
753-716. MONARCHIA DI ROMOLO(1). Fu propugnatore della fusione tra Sabini e Romani e diede i primi ordinamenti alla città. Divise la popolazione in tre tribu’: Ramnensi, Tiziensi e Luceri. Leggenda del ratto delle Sabine.
715-672. MONARCHIA DI NUMA POMPILIO(2). Periodo di pace e di regolamentazione delle norme religiose.

SETTIMO SECOLO (700-601 a.C.)

672-640. MONARCHIA DI TULLO OSTILIO(3). Conquista di Alba Longa. Leggenda degli Orazi e Curiazi.
640-616. MONARCHIA DI ANCO MARZIO(4). Fondazione di Ostia e costruzione, sul Tevere, del ponte Sublicio.
616-578. MONARCHIA DI TARQUINIO PRISCO(5): inizia il periodo di dominazione etrusca su Roma che recepisce molte tradizioni da questa civiltà.

SESTO SECOLO (600-501 a.C.)

578-534. MONARCHIA DI SERVIO TULLIO(6). Costruzione cinta muraria (mura serviane) e introduzione di una riforma militare e costituzionale (riforma serviana).
540. Vittoria degli Etruschi e Cartaginesi sui Focesi ad ALALIA (Corsica).
534-509. MONARCHIA DI TARQUINIO IL SUPERBO(7). Monarchia dispotica. Probabile adozione dell’alfabeto cumano.

509. GLI ETRUSCHI VENGONO CACCIATI DA ROMA: FINISCE LA MONARCHIA ED INIZIA LA REPUBBLICA. Primo trattato tra Roma e Cartagine.

QUINTO SECOLO (500-401 a.C.)

499 ca. Annessione di Crustumerium e creazione, nel 495, della tribu’ Clustumina.
499-496. Battaglia del lago Regillo tra Romani e Latini.
494. Secessione della plebe a Monte Sacro. Vengono creati i tribuni della plebe. Vengono istituiti i Comitia tributa.
493. Viene stipulato il Foedus Cassianum: Roma entra nella lega latina.
477. INIZIA LA GUERRA TRA VEIO E ROMA. Sconfitta romana sul Cremera.
471. Elezione dei tribuni della plebe.
470 ca. Roma divisa in 16 tribu’ rustiche e 4 urbane.
458. Cincinnato nominato dittatore per condurre la guerra contro gli Equi. Dopo la vittoria si ritira a vita privata.
451-450. Legge delle XII tavole.
449-448. Roma in guerra contro Equi, Volsci e Sabini.
445. La legge Canuleia abroga il divieto di matrimonio tra patrizi e plebei.
443. Istituzione della censura.
431. Vittoria dei Romani sugli Equi a Carsioli.
426. I Romani conquistano Fidene (alleata di Veio) che viene incorporata nel territorio romano.
421. I plebei ottengono l’accesso alla questura.
409-406. I Cartaginesi conquistano gran parte della Sicilia.
406. Viene istituita la XXI tribu’. I Romani cominciano l’assedio di Veio.

QUARTO SECOLO (400-301 a.C.)

400 ca. I Celti (Galli) passano le Alpi ed entrano nella pianura padana. PRIMO SCONTRO TRA ROMANI E CELTI A CLUSIUM (Chiusi).
396. MARCO FURIO CAMILLO DITTATORE. PRESA DI VEIO E DISTRUZIONE DELLA CITTA’. Il suo territorio entra a far parte dello Stato Romano.
390. VITTORIA DEI GALLI, GUIDATI DA BRENNO, AL FIUME ALLIA E SACCO DI ROMA. Ritirata dei Galli a seguito di un pagamento di un riscatto.
367 Con le leggi Licinie-Sestie si consente ai plebei l’accesso al consolato.
358.Una coalizione etrusca (Tarquinia,Cere e Faleri) entra in guerra con Roma.
354. Preneste e Tivoli si ricongiungono con Roma. Alleanza tra Romani e Sanniti per far fronte ai Galli.

353. Pace tra Cere e Roma.
351. Fine della guerra con gli Etruschi e tregua di 40 anni stipulata tra Tarquinia e Roma.
348 RINNOVO DEL TRATTATO CON CARTAGINE.
346/345. Terza invasione gallica.
345. Sottomissione degli Aurunci.
343. Trattato di alleanza tra Capua e Roma.

343-341. PRIMA GUERRA SANNITICA.
342. Sedizione militare.
340/338 Consolato di T.M.Torquato e P.D. Mure.
340-338 GUERRA CONTRO LATINI E CAMPANI.
340. Battaglia di Sinuessa: Romani e Sanniti domano la rivolta dei latini.
338. SCONFITTA DEL LATINI. ROMA SCIOGLIE LA LEGA LATINA.
328. Deduzione della colonia latina di Fregelle, rafforzata nel 313.

326-304. SECONDA GUERRA SANNITICA.
326. Patto di amicizia tra Roma e Napoli
321.Sconfitta romana nei pressi di CAUDIUM (FORCHE CAUDINE).
315-314 ca. Sconfitta romana a Lautule
314. Deduzione di Luceria (Lucera)
313. Colonie latine istituite a Seussa e Saticula nella zona posta a ridosso tra Capua e il territorio dei Sanniti
312-308. Appio Claudio Cieco ricopre la censura. Fu anche oratore, linguista e studioso di diritto.
312. Costruzione del tratto della via Appia da Roma a Formia, poi estesa fino a Capua.
312. Viene istituita nella valle del Liri la colonia latina di Iteramna.
311. Alleanza tra Etruschi e Sanniti.
310 Q.F.Rulliano batte gli Etruschi al lago Vadimone.
307. Consolato di A.C.Cieco.
306 VIENE STIPULATO UN TERZO TRATTATO CON CARTAGINE.
306-304. Roma conquista Boviano, capitale dei Pentri, e cattura il capo dei sanniti: Stazio Gellio

304. TRATTATO DI PACE TRA I SANNITI E I ROMANI. Sopravvive la Lega Sannitica e la Campania passa sotto il controllo romano. L’edile Gneo Flavio raccoglie le norme processuali in un testo (Ius Flavianum).
303-302 ca. Trattato tra Roma e Taranto.
303. Deduzione delle colonie latine di Sora, Fucente e Carseoli, nel territorio degli Equi.

TERZO SECOLO (300-201 a.C)

300. La legge Ogulnia: consente ai plebei l’accesso ai collegi dei pontefici e degli auguri.
299. Accordo tra i Romani e i Lucani in funzione antisannitica.
299. Deduzione della colonia latina di Narnia (Narni) in Umbria

298-290 TERZA GUERRA SANNITICA. Coalizione tra Sanniti, Sabini Etruschi ed Umbri.
298. Consolato di L.C.Scipione Barbato
296. A.C.Cieco batte i Sanniti, i Sabini e gli Etruschi
295. Vittoria dei Romani a Sentino (Umbria). Muore in battaglia il console D.Mure. Fondazione delle colonie latine di Minturno e Sineussa .
294. Caduta di Roselle.
294 ca. Trattati di pace tra Roma e alcune città etrusche (Volsini, Perugia ed Arezzo)
293. Vittoria romana ad Aquilonia.
291. Deduzione della colonia di Venusia (Venosa) in Puglia.
290. M.C. Dentato sconfigge i Sanniti e i Sabini. PACE CON I SANNITI E CRESCITA TERRITORIALE DI ROMA.
289. Fondazione di Adria (Mar Adriatico).
289-283 ca. Fondazione di Sena Gallica (Mar Adriatico).
287. Legge Ortensia.
284. Coalizione antiromana stipulata tra Etruschi e Galli Senoni
Sconfitta romana presso Arezzo. Annientamento dei Senoni
283-282. Coalizione di Etruschi e Boi contro Roma.
283 I Galli Boi e gli Etruschi vengono sconfitti al LAGO VADIMONE da M.C.Dentato.
282. Roma aiuta Turi inviando un presidio. Rottura trattato con Taranto: una flotta romana era entrata nella citta’.

280-275. GUERRA CONTRO PIRRO. Quest’ultimo era stato chiamato da Taranto.
281. Consolato di T.Coruncanio: assoggetta definitivamente a Roma l’Etruria
280. Pirro sconfigge i Romani ad Eraclea
279. Pirro batte i Romani ad Ausculum (Puglia).

278. ULTIMO RINNOVO DEL TRATTATO CON CARTAGINE.
275. Pirro viene battuto per due volte: da M.C. Dentato lungo il confine tra Puglia e Sannio e poi da C. Lentulo presso Benevento. Pirro rientra in Epiro.

275-270 ca. Nasce Nevio a Capua.
274-273 ca. Ribellione di Cere contro Roma.
273. Deduzione della colonia latina di Cosa in territorio etrusco.
Fondazione della colonia latina di Paestum (Campania).
272. Presa di Taranto e del Sannio. Tra i prigionieri di questa città vi era Livio Andronico. L.Andronico tradusse l’Odissea e scrisse commedie e tragedie. M.C. Dentato censore.

270. Presa di Reggio.
269-268. Defezione contro Roma degli alleati Picenti
268. Fondazione di Rimini (Mar Adriatico). Deduzione della colonia latina di Benevento (Beneventum) e successivo prolungamento dell’Appia fino a questa città. In seguito prolungata fino a Venosa (colonia gia’ dal 291 ) e poi a Taranto.

267-266 Salentini e Mesapi sconfitti dai Romani. Presa di Brindisi (Brundisium). Prolungamento dell’Appia fino a questa citta’.
265. I mercenari campani “Mamertini” costretti da Gerone di Siracusa a rinchiudersi a Messina. Alcuni, di essi, chiesero aiuto a Cartagine, altri a Roma. I Cartaginesi inviano un presidio. Roma, inizialmente incerta, decide di intervenire a sostegno dei mamertini. Sedizione di Volsinii contro Roma.
265-264. Guerra contro Volsinii e presa della citta’
264. Al Foro Boario si svolge il primo combattimento di gladiatori. Per la morte di Giunio Bruto Pera si scontrano tre coppie di gladiatori. Deduzione di Fermo

264-241. PRIMA GUERRA PUNICA.

Nevio nel Bellum Poenicum, narra le vicende della prima guerra punica a cui egli stesso vi aveva partecipato.
264. Consolato Appio Claudio. Il presidio cartaginese abbandona Messina. A.Claudio entra nella città. Cartaginesi e Siracusani (Gerone) si alleano per contrastare una possibile egemonia romana in Sicilia e decidono di assediare Messina.
263. Con.li Manio Valerio Massimo e M.A.Crasso concentrano le loro forze su Messina e poi occupano Catania, Enna e Centuripe e costringono Gerone II di Siracusa alla resa. Gerone si allea con Roma e si allontana dai Cartaginesi. I Cartaginesi concentrano le loro forze ad Agrigento.
262. Con.li Postumio e Manilio. Con quattro legioni occupano Agrigento dopo sette mesi di assedio.
262-254. Agrigento in mano dei Romani (8 anni).
261. Roma costruisce 100 quinqueremi per contrastare Cartagine.
260. C.Duilio, con una flotta armata di “corvi”, batte i Cartaginesi a MILAZZO. Cartagine perse 1/3 delle sue navi.
256. La flotta romana portata a 230 navi.
255. Attilio Regolo marcia su Cartagine, ma viene catturato e poi ucciso.

254. La flotta romana (consoli Scauro e Giunio) accorsa per salvare i superstiti viene distrutta da una tempesta a CAMARINA.
254. Il cartaginese Cartalone riprese coraggio e assedia, prese e brucia Agrigento. Ricostruzione della flotta romana: si arriva ad oltre 220 navi. Presa di Palermo.

254-251 ca. Nasce Plauto a Sarsina (Umbria). Fu uno dei maggiori commediografi romani.

251. Consolato di L.Cecilio Metello e C. Furio.
249. Il console Claudio Pulcro perde molte navi al largo di Trapani nel tentativo di inseguire delle navi cartaginesi.
247. L.C. Metello nuovamente console. Nasce Annibale, figlio di Amilcare Barca.
246-244 ca . Fondazione della colonia latina di Brindisi.
243. L.C.Metello Pontefice Massimo.
241. G.L.CATULO DISTRUGGE LA FLOTTA CARTAGINESE ALLE ISOLE EGADI. PACE CON CARTAGINE: I PUNICI RINUNCIANO ALLA SICILIA CHE DIVENTA LA PRIMA PROVINCIA ROMANA. Sedizione di Faleri contro Roma. Fondazione di Spoleto(Umbria).

239. Nasce a Rudiae il poeta Ennio, autore di un poema epico (Annales), di tragedie, commedie e operette filosofiche.

238-237. I Romani conquistano la Sardegna e la Corsica.
237. Deduzione di Vibo Valentia, riconolizzata nel 192
234. Nasce a Tusculum M.P.Catone, autore di scritti enciclopedici, sull’agricoltura e di un’opera in prosa (Origines).
232. Creazione della Via Flaminia.
230. Ambasciatori romani si recano dalla regina dell’Illiria (Teuta) per chiedere la sospensione delle attività piratesche nell’Adriatico. Uccisione degli ambasciatori.
230-229. GUERRA ROMANO- ILLIRICA.
229. Muore Amilcare. La flotta romana distrugge la marineria illirica. Occupazione di Durazzo e Apollonia.
Creazione di un principato romano nella zona posta a sud del regno di Teuta.
228. Roma ammessa ai giochi istmici di Corinto.
227. CREAZIONE DELLE PRIME DUE PROVINCE ROMANE: SICILIA E SARDEGNA-CORSICA.
226. Trattato dell’Ebro.
223. G.Flaminio batte i Galli all’Oglio.
222. M.C.Marcello batte i Galli a Casteggio (Clastidium) e conquista Milano(Mediolanum)
221. Muore L. Cecilio Metello. Muore Asdrubale, vi succede Annibale.
220 ca. Nasce a Brindisi M.Pacuvio. Fu autore di tragedie, pittore e musicista.
219. Annibale assedia Sagunto .
218. Istituzione delle colonie latine di Piacenza e Cremona. Ambasciatori romani si recano a Cartagine (ultimatum). ANNIBALE PASSA LE ALPI. Legge Claudia.

218-201. SECONDA GUERRA PUNICA.
218. Annibale batte P.C.Scipione al TICINO (autunno.) e poi i resti di questo esercito, con le forze del console T.S.Longo, nella battaglia del TREBBIA (dic.). I Galli si uniscono ai Cartaginesi.
217. Annibale passa l’Appennino e batte l’esercito romano di G.Flaminio al LAGO TRASIMENO. I Romani eleggono come DITTATORE Q.F.MASSIMO, denominato il “temporeggiatore” (Cunctator) per la sua condotta di guerra cauta e prudente.
216. I Consoli L.E. Paolo e M.T. Varrone vengono sconfitti, da Annibale, a CANNE.
Q.C. Metello pontefice massimo con Q. F. Massimo.
Defezione di Capua, ma anche dei Sanniti, Apuli e Bruzi.
216. Ventidue coppie di gladiatori si affrontano in occasione dei funerali di Marco Antonio Lepido.
215. Annibale stipula un alleanza con Filippo V di Macedonia.
Defezione di Siracusa. Ribellioni in Sardegna.

215-205. PRIMA GUERRA MACEDONICA. I Romani bloccano l’offensiva del re macedone in Illiria.
212. I Romani riprendono Siracusa. Morte di Archimede. Comincia l’assedio di Capua. Metaponto, Eraclea eTuri si staccano da Roma e passano con i Cartaginesi. I Romani occupano Sagunto. Alleanza romana con gli Etoli.

211. Resa di Capua. ANNIBALE ALLE PORTE DI ROMA.

Scipione

210-206. P.C. Scipione (futuro Africano)combatte i Cartaginesi in Spagna.

209. Scipione occupa Cartagena. Q.C.Metello tribuno della plebe.

208. M.C.Marcello prende Siracusa, ma successivamente viene ucciso.
Q.C.Metello edile curule. Battaglia di Baecula.
207. Consoli M.Livio e Claudio Nerone. In Spagna Scipione si fa sfuggire da Asdrubale. Vittoria romana al Metauro su Asdrubale. I Romani battono i Cartaginesi a Silpia.
206. Consoli Q.C. Metello e L.V.Filone. Scipione ritorna dalla Spagna.
205. Consolato di Scipione e Crasso. Scipione ottiene la Sicilia, Crasso il Bruzio. Nevio incarcerato.
Pace di Fenice.
204. Consoli M.C.Cetego e P.S Tuditano (scipioniani).Tribuni della plebe M.C.Marcello, figlio del “Grande Marcello” conquistatore di Siracusa, e M.C.Alimento. P.C.Scipione si reca in Africa . Il poeta Ennio, militare in Sardegna, viene portato a Roma da Catone.
204 ca. M.C.Marcello libera Nevio. Muore Nevio.
203. P.C. Scipione batte i Cartaginesi ai Campi Magni, presso Utica. Annibale torna in Africa.
202. ANNIBALE VIENE BATTUTO DA SCIPIONE L’AFRICANO A ZAMA (Libia). Scipione L’Africano fu il mecenate di Ennio.
201. PACE CON CARTAGINE.
201 ca. Inizia l’annalistica romana con Q.F.Pittore.

SECONDO SECOLO

200-101 ca. Aumenta il latifondo (coltivato da schiavi), diminuisce la piccola proprieta’, aumenta la plebe affamata, cresce l’inurbamento e il numero degli schiavi. Proposte di Assegnazioni terre(Gracchi) osteggiate dagli aristocratici. Si sviluppa il ceto medio (equestre) dedito al commercio e agli appalti.
200-190. Sottomissione della Gallia Cisalpina.

200-197. SECONDA GUERRA MACEDONICA.

199. Censura di Scipione l’Africano.
198. La lega achea passa con i Romani.
197. T.Q.Flaminino batte Filippo V, re di Macedonia, a Cinocefale. Vengono costiuite le province della Spagna citerior e ulterior
196. In occasione dei giochi istmici a Corinto Flaminino proclama la liberta’ delle citta’ greche.

195-194 ca. Nasce a Cartagine P.Terenzio Afro. Fu uno dei maggiori commediografi latini.
195. Annibale ripara in Oriente.
193. Seleuco IV si associa al trono del padre Antioco III.
192-188. Guerra tra Roma e Antioco III.
191. Consolato di Scipione Nasica.
190-189. Scipione l’Asiatico dirige la guerra D’Asia come legato di suo fratello (Scipione Nasica).
190. L’esercito degli Scipioni entra in Asia. Occupazione di Efeso.
189. I Romani condotti da LC.Scipione l’Asiatico e da Scipione l’Africano battono Antioco III a Magnesia.
188. Consolato di C.L. Salinatore.
Pace di Apamea tra i Romani e Antioco III.
187-185. Agitazioni di schiavi in Italia meridionale.
186. Decreto del Senato contro i baccanali.
185-180. ca. Una legge agraria fissa a 500 iugeri la quantita’ massima di terre pubbliche che un privato poteva possedere.
184. Censura di Catone. Catone pone sotto accusa Scipione l’Africano.
Muore T.M.Plauto
183. Suicidio di Annibale. Muore Scipione l’Africano.
Deduzione delle colonie di di Modena, Parma e Aquileia.
181. Fondazione della colonia di Aquileia .
Legge Bebia contro la propaganda elettorale non autorizzata.
180. Fondazione della colonia di Lucca.
Legge Villia per regolare gli interventi temporali tra le magistrature. Nasce G.Lucilio, scittore satirico, a Suessa Aurunca.
177. Consolato di T.S.Gracco, padre di Tiberio e Gaio.
Costruzione della Via Cassia.
173 ca. Vengono espulsi da Roma i filosofi epicurei Filisco e Alcio.

171-168. TERZA GUERRA MACEDONICA. Perseo, figlio di Filippo V, tenta di ripristinare l’egemonia macedone in Grecia.

170. Nasce Accio. Nato, forse a Pesaro, fu uno scittore di versi, tragedie e opere didascaliche.

169-168. Muore Ennio.
168. L.E.Paolo batte i Macedoni a Pidna.

Polibio arriva a Roma insieme a molti altri ostaggi Achei, accusati di parteggiare con i Macedoni.
159 ca. Muore Terenzio, durante un viaggio verso la Grecia.
155. Una ambasceria di tre fillosofi greci (Diogene, Critolao e Carneade) arriva a Roma.
Catone sostiene che le loro dottrine filosofiche corrompono i giovani romani. Il Senato delibera il loro ritorno in Grecia.

151. Consolato di A.P.Albino.

150 ca. – ? Lucio Elio Stilone Preconino, grammatico e primo filologo latino. Si occupo’ dell’autenticita’ delle commedie di Plauto (come Varrone),Commentò il Carmen Saliare e forse anche le XII Tavole. Legato al partito aristocartico ebbe Cicerone e Varrone come scolari

149-146. TERZA GUERRA PUNICA

148. LA MACEDONIA DIVENTA PROVINCIA ROMANA.
147-139. Rivolta di Viriato in Spagna.
146. P.C.Scipione l’Emiliano, figlio adottivo di Scipione l’Africano, distrugge Cartagine.
Organizzazione della provincia d’Africa (Tunisia e Libia occidentale).
Scipione l’Emiliano mecenate di Terenzio. Distruzione di Corinto.
146. NASCE LA PROVINCIA DI ACAIA. Sacco di Corinto.
135-132 ca. Rivolta degli schiavi in Sicilia.
133. P.M.Scevola console. Scipione l’Emiliano Numazia e Roma si assicura la pace in Spagna. Roma eredita il regno di Pergamo.
133. Tribunato di T.Gracco.
133. Legge agraria proposta da Gracco: propone un limite massimo, aumentabile in caso di figli, di terreno pubblico che può possedere un privato; distribuzione di appezzamenti di terreno a proletari delle terre in eccedenza a cui i privati non hanno diritto. In compenso delle espropriazioni i privati diventano proprietari del terreno. La legge agraria non trova attuazione per difficoltà di applicazione e per l’opposizione senatoria.
133. Roma eredita il regno di Pergamo.
Uccisione di T.Gracco.
129. Muore Scipione l’Emiliano.
126. NASCE LA PROVINCIA DI ASIA
125. Il console F.Flacco presenta un progetto di legge, che però non viene approvato, per concedere la cittadinanza agli Italici. Rivolta di Fregelle e sua successiva distruzione.
123-122. Tribunato di Gaio Gracco.
123. Legge frumentaria: Distribuzione, per i proletari, di grano a basso costo.
Legge giudiziaria sui tribunali. Proposte sulla fondazione di nuove colonie.
122. Le Nuove proposte di legge promosse da G.Gracco non ottengono consensi.

122. G.Fannio console. Scrisse anche Annali. Autori di annali anche Lucio Cassio Emina (4 libri) , Caio Sempronio Tuditato e Calpurnio Pisone Frugi (almeno 7 libri) , Valerio Anziate (75 libri)

121. Il Senato condanna G.Gracco come nemico pubblico. Gaio si rifugia sull’Aventino. Posto sotto assedio si fa uccidere da uno schiavo. Morte di G.Gracco.
Viene creata la provincia della Gallia Transalpina
121-111. Leggi emanate dal Senato che sminuiscono il valore della riforma gracchiana.

120 ca.-67 a.C. Lucio Cornelio Sisenna. Autore delle Historiae in 23 libri . Non cercò l’obiettività : nella sua storia c’era un eroe, Silla.
120. P.M.Scevola pubblica gli Annali massimi.
116. Nasce, a Rieti, M.T.Varrone.

116. Giugurta fa uccidere il fratello Iempsale.
115. M.E.Scauro console.
114. Deduzione della colonia di Norbona(Gallia meridionale).
113. I Cimbri Sconfiggono il console P. Carbone a Noreia.
112. Dopo aver preso Cirta, Giugurta fa uccidere tutti gli italici presenti nella citta’.

111-105. GUERRA GIUGURTINA.
111. Sconfitta romana a Suthul.

110 ca. Lucio Celio Antipatro scrive una storia della seconda guerra punica in sette libri.

?-?(muore sotto il principato di Augusto). Cornelio Nepote. Fu amico di Attico. Scrisse le Vite, I Chronica, (compendio storia universale), De Viris illustribus (raccolta di biografie)

109-32 a.C. Tito Pomponio Attico. Fu editore , ma anche storico: scrisse il Liber Annalis (storia di Roma in ordine cronologico). Come scrittore riceve le lodi di Cicerone

Gaio Mario

107. Primo consolato di Mario.
106. Il console S.Cepione reprime la rivolta di Tolosa e viene battuto dai germani ad Orange.
106. Nasce, presso Arpino, M.T.Cicerone.
105. Consolato di R.Rufo. I Cimbri sconfiggono i Romani ad ARAUSIO. Riforma mariana dell’esercito: abolizione dei velites (fanteria leggera), dei triarii (fanteria pesante armata di picche) e della cavalleria. Creazione di una legione standard armata di gladium e pilum.
104-100. G.Mario console.
104-100 ca. Nuova rivolta degli schiavi in Sicilia
102. Mario batte i Teutoni ad AQUAE SESTIAE.
101 Mario rientra in Italia e sconfigge i Cimbri ai CAMPI RAUDI.
101. Consolato di Mario e Q.L Catulo.

PRIMO SECOLO (100-1 a.C.)

100. Mario fatto console per la sesta volta.
Nasce Cesare.
95. Consolato di L.C.Crasso e M.Scevola.
Approvazione di una legge per limitare l’ingresso arbitrario degli italici nella cittadinanza romana.

98-96 ca. Nasce, forse a Pompei, il poeta epicureo T.L.Caro.

91. Il tribuno della plebe M.L.Druso, propone una riforma del senato, una riforma agraria e la concessione della cittadinanza agli italici. Uccisione del tribuno.

91 ca. Lucio Sempronio Asellione scriva una Historia o Res gestae in 14 libri

90-88. Rivolta degli Italici (Guerra sociale). Formano una confederazione indipendente con capitale Corfino(Italica).
90-89. La legge Giuliae Plauzia-Papira concedono la cittadinanza agli Italici rimasti fedeli a Roma e a quelli che si sono arresi.
88. Consolato di Silla. Assedio di Nola. Silla sconfigge gli ultimi italici ribelli.
88-85. PRIMA GUERRA MITRIDATICA.
88. Mitridate VI re del Ponto, stanco delle interferenze di Nicomede attacca la Bitinia, territorio posto sotto l’influenza romana. Successivamente fa massacrare 80.000 commercianti italici che si trovavano in Asia ed esorta i Greci a sollevarsi contro Roma. La notizia arriva a Roma, mentre il console Silla stava ancora assediando Nola, città in mano agli italici. Il Senato assegna a Silla il compito di condurre la guerra d’Asia.

88-84. GUERRA CIVILE TRA MARIO E SILLA. Scoppia perche’ il tribuno della plebe S.Rufo promuove un’alleanza tra cavalieri e popolari al fine di togliere a Silla il comando della guerra mitridatica e assegnarlo a Mario.
88. Silla marcia su Roma. Mario, insieme ad altri popolari, fugge da Roma si rifugia in Africa. Silla avvia alcune riforma costituzionali che verranno riprese nell’anno 81.
87-84 ca. Nasce a Verona Catullo. Fu il più grande poeta elegiaco romano.

87. Silla si reca in Grecia contro Mitridate. Mario ritorna a Roma e si impadronisce della città ed avvia delle proscrizioni.
86. Consolato di Mario e Cinna.
Morte di Mario(gennaio). Governo di Cinna.
Silla batte le truppe del Ponto a Cheronea e poi a Arcomeno.

86. Nasce ad Amiternum lo storico G.Sallustio Crispo.

85. Cinna ottiene il rinnovo del consolato per gli anni 85-84 senza convocare i comizi.
84. Pace di Dardano tra i Romani e Mitridate. Il mancato rispetto delle condizioni del trattato scatena la II guerra mitridatica.
83-81. SECONDA GUERRA MITRIDATICA. Fu condotta dal propretore L.L.Murena
83. Uccisione di Cinna. Silla sbarca a Brindisi e si dirige verso Roma.
83-82. Scoppia la guerra civile in Italia, tra Silla e i popolari che gli sono contrari. Silla sbaraglia gli oppositori nella battaglia di Porta Collina. Proscrizioni silliane.
82-80. Dittatura di Silla: restaurazione dell’autorità del Senato. Silla scrisse anche una autobiografia.
81. Silla riprende le riforme costituzionali.
80-72. Rivolta di Sertorio in Spagna
78. Morte di Silla.
78-77. La rivolta anti-silliana di Marco Emilio Lepido viene soffocata.
77. Cesare esordisce nella vita politica con un’orazione contro il sillano C.C.Dolabella.
76. Cicerone questore in Sicilia.
74-63. TERZA GUERRA MITRIDATICA.

74. LA CIRENAICA (LIBIA ORIENTALE) E LA BITINIA DIVENTANO PROVINCIE ROMANE
73. Macro eletto tribuno della plebe. Scrisse anche una Storia di Roma. Cesare pontefice.
73-71. Rivolta degli schiavi a Roma capeggiata da Spartaco.
71. M.L. Crasso sconfigge l’esercito di Spartaco. Quest’ultimo muore in combattimento

70. Consolato di G.Pompeo e L.Crasso.

Processo contro Verre. Orazioni di Cicerone conto Verre (verrine).
70. Ad Andes, presso Mantova, nasce P.Virgilio Marone.68. Macro eletto pretore. Cesare questore in Spagna.

67. La legge Gabinia conferisce a Pompeo ampi poteri nella guerra contro gli uomini dediti alle attivita’ piratesche. In Cilicia Pompeo sbaraglia i pirati.

67. Introduzione del culto di Mithra a Roma: esempio rilevante di diffusione dei culti orientali.
66. Cicerone pretore. Cicerone scrive l’orazione Pro lege Manilia. La legge Manilia conferisce ampi poteri a Pompeo nella guerra conto Mitridate.
66-63. Pompeo si reca in Oriente. Sconfitta di Mitridate. Presa di Gerusalemme.
65. Giulio Cesare nominato edile.

65. Nasce a Venosa Q.Orazio Flacco.
63. CONGIURA DI CATILINA sotto il consolato di Cicerone. Varie orazioni di Cicerone tra cui le Catilinarie.

63. Giulio Cesare nominato Pontefice Massimo. LA SIRIA ORGANIZZATA IN PROVINCIA. Nasce Ottavio, pronipote di Cesare.
62. Muore Catilina. Orazione Pro Archia di Cicerone.
61. Cesare propretore nella Spagna meridionale e spedizione contro i Lusitani..
60. PRIMO TRIUNVIRATO: Cesare, Pompeo e Crasso.

59. Nasce a Padova lo storico T.Livio.

59. Cesare nominato console. Ottiene il comando della Gallia Cisalpina e Narbonense.
58-54 ca. Muore a Roma Catullo
58. Cesare cerca di indebolire l’aristocrazia senatoria: allontanamento da Roma di Catone (incarico a Cipro) e Cicerone(esilio in Grecia). Cesare, come proconsole, parte per la Gallia.
58-52. Campagna di Cesare in Gallia. Cesare Scrive i Commentari del Bellum gallicum
58. Cesare batte gli Elvezi e i Germani (Ariovisto).
57. Guerra vittoriosa di Cesare contro i Nervi (Gallia belgica).

Cicerone torna a Roma e scrive svariate orazioni.

56. I triunviri in convegno a Lucca. Il triunvirato viene rinnovato.
55. Consolato di Pompeo e Crasso.
Cesare batte gli Usipeti e i Tencteri (genti germaniche che avevano oltrepassato il Reno) e si dirige oltre il Reno dopo aver fatto costruire un ponte sul fiume obbligando Svevi e Sigambri di allontanarsi dal fiume. Prima spedizione in Britannia con due legioni e grande impressione nell’Urbe per questa impresa.
55-52. Cesare scrive il trattato De analogia, dedicato a Cicerone
54-51. Cicerone scrive il De Oratore e il De Republica.
54. Cesare ritorna in Britannia  con cinque legioni e riporta alcuni successi.
53. Cesare batte gli Svevi e gli Eburoni e si reca in Italia.
Morte di Crasso a CARRE nella battaglia contro i Parti.
52. Pompeo console senza collega. Lotta tra Clodio e Milone.
CESARE BATTE VERCINGETORIGE AD ALESIA. Cicerone inizia a scrivere il De legibus.
50. Tutta la Gallia diventa possedimento romano, ma solo sotto Augusto verrà organizzata in provincia.
50 ca. Cesare scrive i Commentarii de bello gallico. Nasce, forse a Gabi, Tibullo.

49-46. GUERRA CIVILE TRA CESARE E POMPEO. Nasce S.A.Properzio
49. CESARE PASSA IL RUBICONE con le sue legioni galliche ed arriva a Roma. Pompeo, i consoli e i senatori fuggono a Brindisi. Cesare passa in Spagna e Pompeo si reca in Oriente. Cesare arrivato a Brindisi si imbarca per l’Epiro.
48. CESARE BATTE POMPEO A FARSALO (TESSAGLIA).
Pompeo si ritira in Egitto dove viene fatto uccidere da Tolomeo XIV. Cesare si reca in Egitto, apprende della morte di Pompeo ed incontra Cleopatra.
48-47. Guerra Alessandrina. Cesare batte gli Egiziani e insedia Cleopatra sul trono d’Egitto.
47. Cesare batte Farnace a Zela (Ponto).
47-46. Campagna d’Africa contro i pompeiani.
Cesare scrive i Commentari del Bellum civile.
46. Vittoria di Cesare a TAPSO e suicidio di Catone ad Utica.
Trionfo a Roma e dittatura decennale conferita a Cesare.
46-45. Campagna di Spagna contro i pompeiani.
Cicerone scrive tre orazioni dette “Cesariane” e l’Elogio di Catone.
45. Vittoria di Cesare a MUNDA (Spagna) sui figli di Pompeo. Cesare ottiene la dittatura a vita ed altre cariche. Avvia delle riforme costituzionali, del calendario, economiche e promuove le opere pubbliche e le attività culturali.
45. Cesare scrive il poemetto Iter.
45-44. Cicerone scrive delle opere filosofiche tra cui: la Consolatio, l’Hortensius, gli Academicorum libri, De finibus bonorun et malorum, le Tuscolanae disputationes, De natura deorum, De divinatione, De amicitia, De officiis

44. Cesare adotta Ottavio.
44. Uccisione di Cesare (Idi di Marzo)
Ottavio assume il nome di G.G.C. Ottaviano.
Cicerone scrive le Filippiche.

43. GUERRA DI MODENA. Sconfitta di Antonio e morte dei consoli Irzio e Pansa. Ottaviano diventa console, per la prima volta, all’età di vent’anni. SI FORMA IL II TRIUNVIRATO TRA ANTONIO, OTTAVIANO E LEPIDO, sulla base della lex Titia.
Proscrizioni di Antonio: uccisione di Cicerone.

42. Antonio batte Bruto e Cassio nella battaglia di FILIPPI. Antonio ottiene le province orientali.
Nasce Tiberio a Roma.

42-38 ca. Virgilio scrive le Bucoliche.

41-40. Trattato di Brindisi. Ottaviano si riavvicina ad Antonio. Matrimonio tra Antonio e Ottavia, sorella di Ottaviano.
41-40. GUERRA DI PERUGIA.
40- 8 ca. Periodo di attività del circolo di Mecenate e di Messalla
40. Accordo fra Ottaviano e Antonio a Brindisi. Spartizione dell’impero.
38. Ottaviano sposa Livia Drusilla.
38-36. GUERRA CONTRO SESTO POMPEO
37. Accordo di Taranto. Il triunvirato viene rinnovato.
37-35. Spedizione fallimentare di Antonio contro i Parti.
36 Agrippa Batte Sesto Pompeo a Nauloco.
Antonio sposa Cleopatra.

36-35 ca. Muore a Roma Sallustio.

36-34. Spedizione di Ottaviano in Illiria e Dalmazia.
35. Uccisione di Sesto Pompeo.
33. Secondo consolato di Ottaviano.
32. Antonio divorzia da Ottavia.
31. Ottaviano ricopre il terzo consolato. BATTAGLIA DI AZIO.
31 ca. Vitruvio scrive il De Architectura.

30. Quarto consolato di Ottaviano.

30. Presa di Alessandria e suicidio di Antonio e Cleopatra.
L’EGITTO DIVENTA PROVINCIA ROMANA.

29 ca. Virgilio scrive le Georgiche.

29. Ottaviano ricopre il quinto consolato. Chiusura del tempio di Giano. Con la legge Saenia viene aumentato il numero dei patrizi.
28-19. Virgilio scrive l’Eneide.

28. Ottaviano viene nominato princeps senatus  e ricopre il sesto consolato. Prima epurazione del senato.
27. Ad Ottaviano viene conferito il titolo di “Augusto” e il potere proconsolare per dieci anni. Nuovo ordinamento, dato da Augusto, alle province.

27-25 ca. T.Livio inizia a scrivere la sua Storia di Roma.

27. Fondazione di Torino (Taurinorum)
26-24. Augusto ricopre l’ottavo, nono e decimo consolato.
26. Tribunato di Tiberio
26-24. Augusto in Spagna.
25. IL REGNO DI GALAZIA, GIA’ CLIENTE DI ROMA, ANNESSO E TRASFORMATO IN PROVINCIA.
La Spagna divisa in tre province (Taragonese, Lusitania, Betica).
Chiusura del tempio di Giano. Inizia la Pax Augusta. Fondazione di Augusata Praetoria.
23. Augusto rinuncia all’undicesimo consolato, ma gli viene conferito il potere proconsolare su tutte le province e la facoltà del veto tribunizio (tribunicia potestas a vita).
Tiberio questore.

23-14. Ovidio compone gli Amores e le Heroides
22 ca. Muore Marcello nipote di Augusto.

21. Agrippa sposa Giulia, figlia di Augusto
20 ca. Muore Diodoro Siculo.

20. Fraate IV, re dei Parti, restituisce a Tiberio le insegne prese a Crasso nella battaglia di Carrhae.
Ad Augusto č conferita la facolta’ legislativa. Nasce Caio Cesare, figlio di Agrippa e Giulia.
19. Augusto ottiene l’imperium consulare

19. Di ritorno dalla Grecia, muore a Brindisi Virgilio.
19. ca. Muore Tibullo.

17. Vengono celebrati i Ludi secolari. Nasce Lucio, figlio di Agrippa e Giulia.
Augusto adotta i nipoti, Gaio e Lucio Cesari, come futuri successori.
16-13. Augusto in Gallia.
16-15. IL NORICO E LA REZIA DIVENTANO PROVINCIE ROMANE.
15 ca. Muore Properzio.

14-9. Campagna di occupazione della Pannonia (odierna Ungheria): condotta da Agrippa fino al 12 e poi da Tiberio(12-9).
13 ca. Augusto riordina la Gallia in tre province: Lugdunensis, Belgica e Aquitania.
12. Augusto diventa Pontefice Massimo. Muore Lepido.
Muore Agrippa. Giulia, vedova di Agrippa e figlia di Augusto, sposa Tiberio.
12-9. Campagne di Druso nel settore germanico.
9. Morte di Druso per una caduta da cavallo.
9-6. Tiberio, reduce dal settore pannonico, conduce le campagna germanica.
8. Istituzione della prefettura dell’annona. Seconda epurazione del senato. Morte di Orazio e Mecenate.
6. Tiberio riceve, per cinque anni, ” la tribunicia potestas. Tiberio si ritira a Rodi.
5. Augusto ricopre il dodicesimo consolato.
2. Augusto ottiene il titolo di pater patriae e ricopre il tredicesimo consolato.

1 a.C.- 1 d.C. Ovidio compone l’Ars Amatoria

. Ovidio comp

Precedente Filmati Roma antica Successivo Tavole cronologiche (seconda parte)